Diagnostica posturale Palermo

Diagnosi e cura di disturbi occluso–posturali

Posturologia

Con il termine POSTURA si intende la strategia che impiega il sistema neuro-muscolare e scheletrico per rimanere in equilibrio, contrastando alle forze di gravità nella maniera più economica possibile. 
Il cento odontoiatrico Messina ha iniziato la sua attività seguendo i protocolli della gnatologia vigente. Con l’andare del tempo, ci siamo resi conto che dovevamo allargare le nostre indagini a tutto il resto del corpo per avere delle risposte esaustive. Oggi, il concetto di odontoiatria globale, ci consente di dare ai Pazienti risposte che fino a quindici anni fa erano impossibili.

Perché un dentista si occupa anche di postura?Posturologia_img

Noi ci occupiamo di posturologia perché l’occlusione, il rapporto cranio-mandibolare, la deglutizione, spesso modificate dagli interventi odontoiatrici ed ortognatici, sono in relazione neuro-muscolare con il sistema di controllo e mantenimento della postura.
Questo si spiega sapendo che i recettori dell’apparato stomatognatico (muscolari, tendinei, parodontali, articolari, ecc.) sono importanti strumenti propriocettivi del SPF (Sistema Posturale Fine ) che regola la nostra postura.
In parole povere, disfunzioni della bocca influenzano patologie nel resto del corpo e viceversa. Questo vuol dire che problemi ai piedi, piatti o cavi, influenzano le classi dentali e la conformazione della faccia o che dei morsi crociati comportano problemi al bacino e alle ginocchia.

Un Paziente affetto da disturbi occluso–posturali si lamenta di:

Posturologia_pagina_barra Problemi al mantenimento dell’equilibrio
 Vertigini
 Capogiri
 Faticabilità muscolare
 Modificazioni plantari
 Alterazioni della bocca e dei denti (difficoltà alla masticazione, rumori e dolori a livello dell’articolazione temporo mandibolare, blocchi della bocca in apertura ed in chiusura, eccetera)
 Alterazioni oculari
 Problemi viscerali
 Dolori muscolari e articolari
 Sciatalgie, cervicalgie, brachialgie, lombalgie e altri dolori simili.

Possono essere utili, oltre a svariate sequenze di indagini, anche degli esami strumentali come: l’elettromiografia di superficie, per valutare l’attività elettrica dei muscoli; la kinesiografia, per visualizzare le traiettorie di apertura e chiusura della mandibola; la TENS (Transcutaneous Electrical Nerve Stimulator), che agisce sui nervi motori dei muscoli elevatori della mandibola, riducendone la tensione facilitando la lettura della sua fisiologica posizione spaziale.

Elettromiografo_studio_MessinaCos’è l’elettromiografia> Indagine semplice ed indolore (esame non invasivo) che ci consente di valutare la funzionalità dei muscoli masticatori della bocca e del collo. Esame molto utile per la diagnosi in pazienti algici disfunzionali nella regione cranio-cervico–mandibolare. I sensori si applicano sulla cute, in punti ben precisi, per valutare l’ attività elettrica dei muscoli che vogliamo studiare in determinate condizioni.

Alcuni dei nostri strumenti

Posturologia_paginaUtilizziamo la pedana stabilometrica per ottenere delle indicazioni sulla posizione del baricentro, e procedere con un’analisi della stabilità del corpo del paziente. Il software connesso alla pedana consente una verifica statica, valutazione del baricentro, ed una dinamica che valuta frequenza e direzione delle oscillazione posturale (analisi di FOURIER).

La pedana baropodometrica, invece, consente un’indagine non invasiva, per misurare il carico esercitato su ciascun punto dell’appoggio del piede. Consta di migliaia di sensori che sono in grado di misurare la deformazione generata dalla forza applicata dal piede sulla pedana. Studia anche in modo approfondito la modalità di esecuzione del passo, ed eventuali alterazioni della deambulazione.

Il Podoscopio permette di valutare l’impronta del piede ed anche, indirettamente, l’assetto del calcagno e delle dita. È importante rilevare l’appoggio podalico, perché dalle terminazioni nervose del piede partono informazioni utilizzate dai centri spinali e dal Sistema Nervoso Centrale, LA òoro analisi ci permette di determinare il tono del sistema posturale

Lo Scoliosometro ci permette di analizzare le curve della colonna vertebrale in antero-posteriore (piano frontale) e in latero-laterale (profilo), ovvero l’atteggiamento posturale del paziente  prima e dopo le correzioni occlusali.

L’Assiografo elettronico consente di valutate l’organo della masticazione, o per essere più precisi una sua parte, l’ATM (articolazione temporo-mandibolare), sulla quale agiscono una serie di muscoli per esplicare dei movimenti tra loro molto diversi: parlare, succhiare, masticare, ecc. . Il check-up che si può effettuare dal punto di vista gnatologico è molto preciso .

Contatta lo 091 6110387 per una visita senza impegno!